DEVASTANTE FIORENTINA NELLA SOLITA FIRENZE DIVISA TRA GUELFI E GHIBELLINI

Aiutaci a crescere condividendo sui social!

DEVASTANTE FIORENTINA NELLA SOLITA FIRENZE DIVISA TRA GUELFI E GHIBELLINI

Debutto stagionale con il botto della Fiorentina 2.0 di Stefano Pioli, che travolge al Franchi il malcapitato Chievo con un tennistico 6 – 1.

Aveva promesso una squadra divertente e sbarazzina il mister in conferenza stampa pre debutto e la prima ha rispettato in pieno quanto dichiarato. Il mercato della Fiorentina ha avuto il pregio di non vendere i prezzi pregiati, i vari Chiesa, Simeone, Pezzella, Veretout, Milenkovic ed aggiungere quel che mancava e sono arrivati un portiere giovanissimo con grande personalità e prospettiva e centrocampisti di qualità, i vari Gerson ed Edilmison, più un paio di punte nex gen giovanissime ed il talento Mario Pjiaca dalla storica rivale Juve. Il cocktail che ne esce è una squadra giovanissima e sbarazzina, con molta qualità ed un tridente che può perforare qualsiasi difesa. Si poteva fare di meglio? Certamente si, per esempio prendendo una chioccia tipo Sorrentino al giovane portierino Lafont, un centrale di riserva più affidabile di Ceccherini ( che comunque è il quarto perché all’occorrenza può spostarsi al centro Milenkovic) e magari un attaccante con caratteristiche diverse dal Cholito ma diciamo pure che va bene così. Quello che parte della tifoseria ha mal digerito è stata la formula dei nuovi acquisti, prestito secco dalla Roma per Gerson, riscatto con controriscatto a favore della Juve per Pjiaca. E’ condivisibile che tali operazioni non vengano viste di buon occhio dal tifoso, perché danno l’idea di essere diventati una sorta di squadra b delle grandi. Questa cosa è fastidiosa e ieri sera al franchi è stata la miccia che ha acceso i cori, isolati e contestati da parti degli altri settori dello stadio, da parte della Fiesole contro i Della Valle.

In parte ritengo che questi cori siano fisiologici, i Della Valle non sono mai piaciuti ai fiorentini, troppe le promesse non mantenute in questi anni ed il credito è ormai finito da tempo. Ripeto, tutto ciò è condivisile ma bisogna essere onesti e dire che in questi anni con i vari gruppi stranieri che hanno rilevato alcune società ( Milan, Inter, Roma) il calcio mercato è cambiato e sono volate cifre assolutamente fuori portata per club vecchio stile come la Fiorentina che hanno bilanci sani ed una società attenta ai bilanci. Quello che mi sentirei di consigliare ai Della Valle è chiarezza, che c’è stata ma tramite Corvino mentre sono loro che avevano parlato di progetto anni fa mentre adesso hanno ripiegato su un obiettivo settimo posto che è il livello storico di questa squadra in serie a. Non credo sia un caso che nel mercato di agosto i presidenti contestati siano stati De Laurentiis, i Della Valle e Cairo. Non hanno la potenza di un Suning ma tornando alla Viola secondo me la squadra allestita è valida e senza coppe e con un po’ di entusiamo può ambire ad essere la sorpresa del campionato. Già adesso con una gara in meno ha il miglior attacco della serie A, anche se essendo passata una sola giornata è un dato ovviamente relativo.

Tornando alla contestazione ai Della Valle è stata isolata , come dicevano, e contestata da altri settori dello stadio; personalmente non credo sia bello contestare durante la partita perché si manca di rispetto principalmente ai calciatori e durante i 90 minuti allo stadio bisognerebbe sempre e soltanto incitare la squadra ma questa è solo la mia opinione. Da un punto di vista oggettivo la contestazione è legittima come lo è il dissenso di chi allo stadio non l’ha condivisa. Una precisazione, allo stadio è parsa una contestazione minore, di poche decine di persone, mentre sui social appare più ampia. Potrebbe essere che chi contesta allo stadio non ci va ma secondo me i social ampliano molto le critiche e le polemiche. In ogni caso non credo siamo al livello di Guelfi contro Ghibellini ma alla prima sconfitta potremmo arrivarci vicino e secondo me sarebbe un peccato perché a me questa squadra piace ed anche giocare senza regista così altri mi piace tantissimo e ricorda molto il calcio di Zeman. Non so quanto abbia inciso in questo la pochezza dell’avversario ma a me piacerebbe vedere questo atteggiamento anche contro avversari più quotati, anzi contro tutti.

Il mio sogno non è vincere il campionato, è andare allo Juventus Stadium e giocare così alti, andandoli a pressare fino agli spogliatoi, verticalizzando in maniera ossessiva, come se non ci fosse un domani. Tanto siamo giovani e possiamo correre tanto.

Detto questo, che rimarrà un sogno, il mio parere sulla miccia ha acceso questa diatriba interna ai tifosi; che Gerson sia della Roma e Pjiaca della Juventus mi ruga e pure tanto. Avrei preferito un giocatore magari anche di talento inferiore ma di proprietà della Fiorentina. Ma più per non fare un favore alle acerrime rivali che per altro. Alla fine ci rimettono i Della Valle mica i tifosi. L’importante è che questi due diano l’anima poi il calcio è cambiato. Se la Juve vuole Chiesa lo prende, contratto o non contratto e lo stesso vale per Inter o altre squadra che hanno potenzialità economiche illimitate anche se di provenienza dubbia , almeno alcune. E’ successo per Bernardeschi e succederà ancora. Ripeto sempre a mio figlio di amare la maglia , che i calciatori vanno e vengono, oggi molto più velocemente che in passato. L’importante è dare tutto per la maglia anche perché alla fine si gioca 11 vs 11 e ogni gara è una battaglia.

Chiudo con il panta nero; lo attendevo da anni, mi piace tantissimo e spero venga tenuto anche per la prossima stagione in Champions League. 🙂

PAGELLONE DEL CONCA

LAFONT 6 : Quasi mai impegnato ed incolpevole sul gol qualche uscita a vuoto ma uscire a vuoto significa che è un portiere che esce ( e si sapeva) e questo è un valore aggiunto. Per me sarà la sorpresa del campionato e mi piace scriverlo oggi.

MILENKOVIC 7: ho adorato questo giocatore dalla prima volta che l’ho visto. E’ cattivo. Nell’espressione, nel modo di giocare. Alla prima in A andò testa a testa contro Higuain. Fenomeno. E la rete ignorante è stupenda.

VITO HUGO 6.5 : poco impegnato dietro ma validissimo in fase di impostazione con i suoi piedi brazil

PEZZELA 6.5: dirige la difesa senza sbavature e senza problemi. Sfida la lega indossando giustamente la fascia di capitano di Davide e la mostra alla curva a fine partite.

BIRAGHI 7 : gioca bene, accompagnando spesso l’azione offensiva. Per me alla lunga potrà essere l’anello debole se davanti gli giocheranno Gerson e Pjica ma Pioli potrebbe schierare anche Laurini a sx. Ieri gioca bene. A me come si sa non fa impazzire.

EDIMILSON 6 : può fare tanti ruoli e questo alla lunga può danneggiarti perché il mister ti mette ovunque eccetto che nella tua posizione che sarebbe mezzala. Davanti alla difesa fa quel che può, fisico importante ma anche tanta tenica. Da rivedere mezzala in partite toste.

GERSON 7.5 : Devastante. Accelerazioni continue , un gol ed un assist.

BENASSI 8 : anche lui malino l’anno scorso, debutta alla grandissima con inserimenti da attaccante puro. Doppietta e capocannoniere del campionato con una gara in meno. 🙂

CHIESA 6.5 : pasticcia un po’, ma fa un bel gol. Sarà un anno difficile per lui questo, deve secondo me giocare un po’ più per la squadra e meno per se.

SIMEONE 7 : cuore, grinta, gol mangiati, un gol segnato. Semplicemente il CHOLITO.

ESSERYC 6.5 : ottima tecnica, entra in due dei gol viola. Vogliono venderlo, io lo terrei.

NORGAARD , DABO, PJACA sv – entrano a gara praticamente finita. Il danese è parso molto timido con soli tocchi semplici ma ripeto che la gara era finita.

Andrea Conca

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*